mercoledì 20 maggio 2009

Professionisti d'oltremanica

Anche le nobili penne britanniche, talvolta, fanno confusione. E sono costretti a rettificare, come nel caso del Times nell'intervista alla signora Letizia, la madre di Noemi. Non "Spero che il signore (con la s minuscola, inteso per il signor Berlusconi) possa fare per mia figlia ciò che non ha potuto fare per me", ma "Spero che il Signore (con la S maiuscola, inteso per Dio) possa fare per mia figlia ciò che non ha potuto fare per me". Allora, non sono solo gli italiani a fare confusione tra i due...

Cristian Racioppi

mercoledì 13 maggio 2009

Ciarloni senza candore

Le prime disposizioni della nuova superministra del turismo, l’ingiarrettata Michela Vittoria Brambilla, non si sono fatte attendere. Romantica crociera sulle rive libiche per le centinaia di migranti-turisti per caso rispediti indietro. All’arrivo, una splendida settimana a Tripoli presso il centro d’inaccoglienza Twescha: pacchetto All inclusive, sauna con Gheddafi e sabbiature del Sahara comprese. E che dire dello splendido trattamento che attende i turisti in arrivo a Milano: per i non-meneghini niente posti a sedere in metrò e soluzione palestra con rassodamento glutei. Che … fortuna!

Cristian Racioppi

lunedì 11 maggio 2009

GLI SCOOP DEL MULO



LA MOGLIE ANNUNCIA IL DIVORZIO DOPO L’ENNESIMA SCAPPATELLA DEL SEGRETARIO UIL

ANGELETTI E’ L’AMANTE DELLA PIMPA

EPIFANI:HO SEMPRE PENSATO FOSSE UN FUMETTO. BERLUSCONI:LO CAPISCO.



.

In questa foto Luigi Angeletti in una posa scandalosamente inequivocabile con la Pimpa.



Sono le 02.00 di notte, in redazione arriva una telefonata. Dall’ alta parte della cornetta una voce tremolante “Sono la moglie di Luigi Angeletti, voglio seguire l’esempio di Veronica… Lascio mio marito”. L’intervista può cominciare.

Mulo : “Questa è una notizia bomba, come mai non si è rivolta alla stampa tradizionale??”

Ormai ex signora A.: “Da quando il gruppo Ligresti è entrato al Corriere il giornale è troppo vicino a Silvio e mi avrebbero dipinto come una pazza. La Repubblica è troppo snob di sinistra, gente che non ha mai lavorato e che quindi si sente vicina ai sindacalisti, che elevano la materia a filosofia di vita. Mi fido solo di voi”

M: “Ma come, suo marito ha fatto tanto per i lavoratori…”

O. ex: “Ma cosa dice?? Un tizio che plaude alle operazioni della Fiat, un’azienda che negli anni ha sempre fatto pagare allo stato i debiti, minacciando la cassa integrazione, mentre quando c’erano da riscuotere gli utili intascavano solo gli Agnelli”

M: “Beh, si batte per il diritto al lavoro, per noi giovani è importante…”

O. ex : “Si certo, come no. Peccato che difenda la legge Biagi la principale causa di un sistema che ha portato alla precarietà in Italia e non alla flessibilità che esiste negli altri paesi. Comunque non sono qui per parlare di lavoro ma di quella cagna rovina famiglie”

M: “Si riferisce alla Pimpa?”

O. ex “Negli ultimi mesi Luigi era molto strano, gli erano spuntati dei pois sulla schiena, lui diceva che era colpa del nuovo cuoco della mensa: Gennaro u Mariuolo e la sua fissa per le cozze crude. Poi iniziò a chiudersi in bagno , di continuo e agli orari più improbabili, con il suo rotocalco preferito: ‘ Levriero 2000’. Infine la certezza l’ho avuta pochi giorni fa al concerto di piazza S. Giovanni… “


Luigi “Papi” Angeletti alla festa di compleanno della Pimpa in una famosa discoteca di Napoli



M: “Cos’ha visto?? Non indugi!!! La gente deve sapere!!”

O. ex “Vado alla conferenza stampa e poi torno, mi aveva detto. Invece l’ho trovato dietro al backstage del concertone del 1° Maggio mentre accarezzava quel cane a pois sulle note di Vasco. Sono una donna distrutta. Vi prego di dare ampio risalto alla notizia…”

La misura è colma. Tempo fa abbiamo giustificato l’avventura di Sircana con i Viados. In fondo, vedere l’ex portavoce dell’ULIVO divertirsi durante un “puttan tour” ci aveva fatto sorridere, aveva reso più umano quello spilungone freddo e bruttino, che faceva da riempitivo nei pastoni televisivi del TG1(Addirittura c’è chi dice che si trattasse di un’abile mossa di marketing per rendere il governo Prodi più vicino alla base elettorale). Anche la recente bravata di Sua Eleganza che, in una uggiosa giornata di Aprile che sembrava Gennaio, è andato al compleanno di una bellissima diciottenne, ci è sembrata tutto sommato marginale( Anzi, diciamoci la verità, chi di noi non avrebbe voluto essere alla festa di quella bionda??). Ora però si esagera: un conto è comportarsi come un fumetto, un altro è “farselo”.


Fabrizio Lioni

giovedì 30 aprile 2009

Sempre amaro mi fu quest'ermo muro

Nella divinazione estatica dell'esser mulo, mi sono messo a immaginar lo muro che dinanzi a noi si para. Un crogiuolo di indifferenza e apatia, omertà e abbrutimento, sonno della ragione e ignoranza beata. Ripenso a Leonardo Sciascia, "Mi ci romperò la testa". Poi, per un attimo, torno a essere ottimista: chissà mai che, a costruire 'sto muro, siano stati quelli dell'Impregilo?

Cristian Racioppi
 
Creative Commons License
Le opere contenute in questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.